Salone 2013. Rubbettino: le nostre idee hanno osato davvero ()

di Redazione, del 24 maggio 2013

“Quest’anno le idee hanno osato e sono state premiate! In un momento difficile per l’intero comparto dell’editoria italiana, il Salone del libro di quest’anno ha rappresentato una vera e propria boccata d’ossigeno, la luce in fondo al tunnel comincia ad intravedersi”.

È questo il giudizio entusiastico di Giuseppe Paletta, direttore commerciale Rubbettino, di rientro dal Salone di Torino che ha appena chiuso i battenti della 26.ma edizione. E di motivi per essere ottimisti ce ne sono parecchi. In un momento tra i peggiori di sempre che il mondo dell'editoria sta affrontando, il Salone, l'appuntamento fisso per tutti gli amanti dei libri (siano essi di carta o di bit), ha visto aumentare non solo il numero dei visitatori ma anche quello delle vendite che complessivamente hanno registrato un +20%, trend pienamente confermato, anzi superato, dalla casa editrice calabrese che ha registrato un +25.
Ma il vero successo è quello del riconoscimento tributato sia dal pubblico che dai tanti opinion leader che hanno presenziato ai numerosissimi incontri organizzati dalla Rubbettino.

"La strategia vincente per Rubbettino - continua il direttore commerciale - al di là dell’interessante quanto curata linea editoriale delle proprie pubblicazioni, è stata quella di aver organizzato, all’interno del Salone, eventi di primissimo piano con i propri autori, questo ha consentito una grande visibilità al marchio editoriale, ed il conseguente successo di vendite allo stand."

E di autori e relatori se ne sono susseguiti davvero tanti, tutti insieme a formulare e proporre idee, le idee che contano e che possono cambiare il mondo con la loro forza all'interno di un grande contenitore come il Salone del Libro che, non a caso, quest'anno ha scelto come filo conduttore "Dove osano le idee".

Tra i libri più venduti, il nuovo libro di Vittorio Sgarbi su Mattia Preti, edito da Rubbettino in occasione del IV centenario della nascita del pittore che fece parlare di sé in tutto il mondo. Un bell'esempio per la Calabria di oggi che sempre più spesso fa parlare di sé per motivi non altrettanto felici. Vittorio Sgarbi durante la presentazione del volume ha rivolto questo invito ai presenti: "La migliore battaglia per la legalità è che vi entri in testa Mattia Preti come simbolo della Calabria".

Clicca sul link in basso per scaricare una foto dello stand Rubbettino


https://fbcdn-sphotos-d-a.akamaihd.net/hphotos-ak-snc6/228495_10201382119298989_1967345325_n.jpg