Rubbettino alla fiera del libro di Tirana ()

di Redazione, del 03 novembre 2014

Si terrà dal 12 al 16 novembre e sarà dedicata, in occasione della ricorrenza del bicentenario della sua nascita, allo scrittore e poeta calabro-albanese Girolamo de Rada, la fiera del libro di Tirana. Un gemellaggio, quello tra Calabria e Albania concretizzato nella figura di un intellettuale che, nato a Cosenza, fu iniziatore della letteratura albanese e figura di spicco nel panorama culturale del XIX secolo, nonché tra i primi e più combattivi promotori dell'indipendenza dell'Albania dall'impero ottomano.
Grazie anche al sostegno dell'Istituto Italiano di Cultura, della fondazione Solano dell'Università della Calabria e della Rubbettino Editore, il programma si preannuncia ricco di ospiti, tematiche e appuntamenti letterari imperdibili. Lo Stand dell'Istituto Italiano di Cultura esporrà le riproduzioni di opere del grande pittore arbëresh Franco Azzinari ispirate ai paesaggi deradiani e al poema Canti di Milosao. Sarà inoltre presentato il video "Questo colosso della poesia e dell'amor", ovvero la storia di Girolamo De Rada attraverso la sua autobiografia, interpretata artisticamente da Shpend Bengu e realizzata dall'Università della Calabria.
Si parte con la giornata inaugurale il 12 novembre alle ore 11,00, per entrare nel vivo della fiera il 13 novembre con un doppio appuntamento: durante la mattinata è prevista la conferenza "Il ruolo culturale di Napoli nel processo di costruzione dell'identità albanese" dei professori Francesco Altimari e Matteo Mandalà, i quali nel pomeriggio, alle 18,00, presenteranno l'opera omnia di Girolamo De Rada pubblicata dalla casa editrice Rubbettino.
Venerdì 14 novembre alle ore 10,00 sarà presentata la ristampa anastatica della rivista L'Albanese d'Italia di De Rada, pubblicata dalla casa editrice Rubbettino per iniziativa della Fondazione Solano e dell'Ambasciata d'Italia. a seguire sarà presentata la rivista di albanologia Res Albanicae, pubblicata dalla casa editrice Rubbettino.
Sabato 15 novembre alle ore 10,00 saranno presentati i libri Prometeo in Albania di Mauro Geraci e Il visionario alato e la donna proibita di Visar Zhiti, entrambi pubblicati dalla casa editrice Rubbettino, alle 18,00, infine si concluderà con la presentazione del libro La notte dei vinti di Antonio Caiazza, pubblicato dalla casa editrice Nutrimenti.