Michela Mancini vince il Premio Tramonte (mycatanzaro.it)

di Massimiliano Chiaravalloti, del 26 maggio 2014

da mycatanzaro.it

Libera Catanzaro comunica che la commissione incaricata di valutare gli elaborati pervenuti ha concluso i suoi lavori. Con voto unanime, la commissione assegna il premio a Michela Mancini, per la tesi di laurea "Cose di famiglia: figli ostaggi della 'ndrangheta". La laurea è stata conseguita presso l'Università "La Sapienza" di Roma, Facoltà di Lettere - Corso di laurea in Editoria e Scrittura. La Commissione ha deciso, altresì, di riconoscere una menzione speciale per la tesi di Licenza in Teologia Morale e Sociale, conseguita presso la Pontificia Facoltà Teologica dell'Italia Meridionale-Istituto Pio X di Catanzaro, presentata da Anna Vetere dal titolo "Identità ed ethos calabrese. Un nuovo punto di partenza per il riscatto spirituale, economico e sociale della nostra terra". Le motivazioni delle scelte effettuate dalla Commissione saranno rese note in occasione della consegna del premio che avverrà in data 13 giugno 2014 a Catanzaro. Libera Catanzaro si congratula con la vincitrice e ringrazia tutti partecipanti per l'attenzione rivolta all'iniziativa. Ricordando che l'attivazione del premio è stata resa possibile dal sostegno assicurato da Unipol-Sai e dalla casa editrice Rubbettino, Libera Catanzaro rivolge uno speciale ringraziamento ai membri della Commissione di lettura - Simona Dalla Chiesa (presidente), Vittorio Mete e Maurizio Serio - che hanno generosamente messo a disposizione dell'associazione le proprie competenze e il proprio tempo.

di Massimiliano Chiaravalloti