Le radici dell'odio contro di noi (Sette (Il Corriere della Sera))

di Diego Gabutti, del 25 luglio 2016

Da Sette (Il Corriere della Sera) del 22 luglio

Viviamo ancora sotto l'ombra della Grande guerra, e da oltre un secolo l'Europa è territorio di caccia per i nemici dell'Occidente esterni e interni, fascisti e comunisti da una parte, tirannie e teocrazie orientali dall'altra. Non è una storia nuova, e non è neppure soltanto la storia dell'Occidente, ma è la storia e basta, che dai primi storici in avanti, e ormai da millenni, racconta sempre e soltanto lo stesso conflitto: la legge contro l'arbitrio, il demo contro il formicaio, liberi contro schiavi, la ratio contro il fanatismo. Non c'è, semplicemente, altro argomento storico. Luciano Pellicani, nel suo nuovo libro, aggiorna la storia di questa guerra all'età dell'11 settembre, del Bataclan e della resa culturale di larghi strati dell'opinione pubblica occidentale, postcomunista e postfascista, alle ragioni politiche, religiose e sociali» del dispotismo asiatico.

di Diego Gabutti

clicca qui per acquistare il volume con il 15% di sconto