L'omaggio dell'onorevole Guidi a sua madre e alla Riviera (Il Resto del Carlino)

di Pasquale Bergamaschi, del 08 agosto 2012

Da Il Resto del Carlino - 8 agosto 2012
Un omaggio all'eleganza senza tempo, senza barriere e senza distinzioni. Soprattutto, un omaggio ad una donna che questa eleganza l'ha ‘indossata’ per tutta la vita: Leonilde Guidi, romana di nascita ma sambenedettese di adozione, scomparsa nei mesi scorsi.
Per ricordarla, un libro scritto dal figlio, l'onorevole Antonio Guidi, ex ministro della Repubblica italiana e psichiatra infantile, già al vertice del settore disabilità alla Cgil: «Con gli occhi di un burattino di legno» editore Rubbettino.
Inoltre, una sfilata di moda, realizzata dallo stilista che ‘Nilde’ prediligeva: Vittorio Camaiani. Proprio nell'atelier Camaiani, con l'assessore alla Cultura e alle Politiche Sociali, Margherita Sorge e il collega assessore alle Attività Produttive, Fabio Urbinati, l'onorevole Guidi ha anticipato il succo del racconto: la personalissima storia di fatiche e vittorie con la disabilità inseparabile compagna di viaggio.L'appuntamento con il libro e la sfilata di moda (in anteprima bellissime indossatrici presenteranno l'ultima collezione Camaiani, denominata ‘Onde di un mare d'inverno’) è sabato, alle 21.30, alla Palazzina Azzurra. Luogo di svago del ‘giovin’ Antonio Guidi. «Tornare a San Benedetto - dice - è per me un diritto-dovere e mi scatena delle fortissime emozioni per averci vissuto gli anni più belli e più importanti della mia adolescenza imparando a nuotare prima che a camminare.

Da qui prenderà il via il tour che, in un anno, mi porterà con la coautrice Maria Giovanna Alati, in 50 città italiane, dove presenterò il libro della mia vita tra solidarietà, sociale e amori».

A San Benedetto, il coup de foudre dell'onorevole-scrittore, vuole lasciare un segno tangibile, dopo quanto fatto in passato dalla famiglia Guidi: l'istituzione di una Fondazione per le arti, tanto da richiamare i giovani talenti diversamente abili. Per l'assessore Sorge un'idea doc da avallare al 100%.

Di Pasquale Bergamaschi