Sergio Vento

Il XX secolo non è finito

Transizioni e ambiguità

Prefazione di Mario Caligiuri

Cartaceo
19,00 20,00

Il superamento della Guerra Fredda, definizione mediatica di indubbio successo che aveva mascherato per 45 anni le spartizioni dell’Europa a Yalta e della Germania a Potsdam fra i due Imperi vincitori della Seconda Guerra

Il superamento della Guerra Fredda, definizione mediatica di indubbio successo che aveva mascherato per 45 anni le spartizioni dell’Europa a Yalta e della Germania a Potsdam fra i due Imperi vincitori della Seconda Guerra Mondiale, ha riaperto il vaso di Pandora delle identità e delle sovranità che avrebbero dovuto diluirsi nella ambigua e concomitante globalizzazione finanziaria e tecnologica. Tutte le crisi di un Ventesimo Secolo, di cui si era frettolosamente decretata la fine (o la “brevità” secondo Eric Hobsbawm), si sono puntualmente riproposte, dal Baltico al mar Nero, dal Vicino Oriente al Golfo, dai vari scacchieri africani all’Indopacifico. Tale dinamica è stata accompagnata da una duplice sfida: il risveglio degli Imperi dell’Eurasia (ottomano, russo, cinese, persiano, indiano); la simmetrica crisi della democrazia rappresentativa, con le sfide del crescente astensionismo e dell’indebolimento della classica forma-partito, sostituita da movimenti populisti. La cosiddetta policrisi geopolitica si manifesta sullo sfondo della competizione economica e tecnologica fra Stati Uniti e Cina ed è accompagnata da fenomeni quali le incognite climatiche, le minacce pandemiche e i flussi migratori incontrollati. Il XX Secolo non è finito è una raccolta di esperienze e testimonianze attraverso le dinamiche sfociate nell’attuale, evidente erosione della governance, viceversa indispensabile ad un sistema multipolare di relazioni internazionali.

Indice

Prefazione
di Mario Caligiuri

Introduzione
L’era dell’ambiguità

1. Ambiente familiare e primo incontro con la politica
2. Algeria: sessant’anni di relazione speciale
3. L’Olanda. Molto più dei tulipani
4. L’Argentina nel dilemma tra liberalismo e populismo
5. La Turchia da Bülent Ecevit a Recep Tayyip Erdoğan
6. L’Italia, il Mediterraneo e il mondo arabo. Dallo shock petrolifero a oggi
7. La politica italiana e il mosaico jugoslavo (1989-1992)
8. Gli anni di Palazzo Chigi
Inserto fotografico 
9. Reinventare il ruolo delle relazioni transalpine
10. Multilateralismi: dall’Ocse alle Nazioni Unite
11. Washington tra neocon e neodem
Conclusioni
L’Italia nei nuovi assetti geostrategici dell’attuale fase di de-globalizzazione
Ringraziamenti
Bibliografia
Indice dei nomi

Condividi