Giuseppe Soriero

Andata in porto

Gioia Tauro nella sfida euromediterranea - Nuova Edizione

Prefazione di Romano Prodi. Introduzione di Nicola Carlone

Cartaceo
17,10 18,00

50° anniversario 1974-2024 dalla I delibera al I posto nel Mediterraneo

50 anni sono trascorsi dalla prima decisione del Governo nel 1974 sulla costruzione del porto di Gioia Tauro. E 30 sono gli anni dall’ingresso,

50° anniversario 1974-2024 dalla I delibera al I posto nel Mediterraneo

50 anni sono trascorsi dalla prima decisione del Governo nel 1974 sulla costruzione del porto di Gioia Tauro. E 30 sono gli anni dall’ingresso, nel 1994, della prima nave nello scalo calabrese che, in soli tre anni, conquistò il primato nel Mediterraneo. Il libro di Giuseppe Soriero, in questa nuova edizione aggiornata, rappresenta un importante contributo alla conoscenza del porto di Gioia Tauro, decisiva leva per lo sviluppo e la coesione dell’Italia nel rapporto tra Nord e Sud. Il volume arriva in libreria proprio attorno al 5 aprile, a 50 anni di distanza dalla delibera del CIPE presieduto dal Ministro Giolitti. Il volume illustra con molteplici foto e grafici le ragioni di un primato, le difficoltà della prima fase ma anche i rischi attuali, per le direttive europee e lo scenario geopolitico che incombe sui traffici marittimi nel Mar Rosso. Con oltre 3 milioni e mezzo di teus movimentati, lo scalo è a pieno titolo “il cancello d’Europa nel Mediterraneo”. L’autore coniuga al fascino del racconto originali proposte di sviluppo, invoca la massima trasparenza nella gestione delle risorse, prospetta ai giovani talenti una ragione in più per restare in Calabria ed essere europei. Il libro, oltre alla prefazione di Romano Prodi, contiene un’introduzione di Nicola Carlone, Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto, e gli interventi di giornalisti ed esperti e dei principali protagonisti istituzionali e imprenditoriali della “sfida vincente” di Gioia Tauro.

Indice

Prefazione di Romano Prodi

Introduzione di Nicola Carlone

Gioia Tauro per l’Italia e per l’Europa

Gioia Tauro: i dati del primato nel Mediterraneo

1. La storia e i protagonisti 
1. I precedenti 
2. “Mediterraneo”: dal “fronte del sole” alla “via della seta”? 
3. Gioia Tauro aiuta la crescita dei porti italiani 
4. La proposta di istituzione di una ZES (Zona Economica Speciale) 

2. Legalità e sviluppo: un binomio inscindibile 
1. Contratto d’area: tensioni, veti e distrazioni 

3. Da Ravano ad Aponte
Il nuovo terminalista TIL-MSC 
La fiscalità di vantaggio e la filiera territoriale logistica 
Gioia Tauro, Lamezia, Corigliano 
Dalle ZES alla ZES 
Le contraddizioni delle ZES 
Quattro corridoi europei solcano l’Italia 
Finora né ponte né treni 
Scelte chiare per il porto, il ponte e le ferrovie 
Finalmente il ponte… 
Dallo “spreco della bellezza” alla nuova maglia urbanistica 
Il rammendo per ricucire il tessuto urbano (Renzo Piano) 
La rete dei talenti 
Gioia Tauro non è sola: in Calabria migliaia di imprese anche nel 2022 
“Lezioni da una crisi” 
Dalle risorse per il PNRR nuovi approdi a Gioia Tauro 
I finanziamenti del PNRR per le ferrovie al Sud 
Risorse e procedure porti 
Bacino di carenaggio e polo cantieristico 
Il viaggio si conclude: il nuovo libro è andato in porto! 
Ripensare il modello di sviluppo 
Il Festival FEUROMED di Roberto Napoletano 
Il fondo di sviluppo e di coesione tra nodi storici e incessanti riforme 
Una Costituzione per l’Europa 

Commenti
Michele Albanese 
Emanuele Imperiali 
Roberto Occhiuto 
Ercole Incalza 
Andrea Agostinelli 
Alessandro Guerri 
Aldo Alessio 
Nicola Irto 
Manuel Grimaldi 
Antonio D. Testi 
Luca Sisto 
Mario Mattioli 
Focus SVIMEZ di Adriano Giannola e Luca Bianchi
Gioia Tauro, ciclope, gigante, colosso 
La SVIMEZ per Gioia Tauro: rapporti annuali e ricerche
a cura di Delio Miotti

APPENDICE
Lucia Franco
Oltre il Transhipment
Piastra del freddo e Rigassificatore come chiave per la rinascita del meridione

Condividi