Giuseppe Bedeschi

Storia del pensiero liberale

Cartaceo
14,00

Il liberalismo è un’idea controversa: la parola (nel suo significato attuale) è entrata nel linguaggio politico solo nella prima metà dell’Ottocento; inoltre ci sono state diverse correnti di pensiero liberale. In questo libro Bedeschi

Il liberalismo è un’idea controversa: la parola (nel suo significato attuale) è entrata nel linguaggio politico solo nella prima metà dell’Ottocento; inoltre ci sono state diverse correnti di pensiero liberale. In questo libro Bedeschi sviluppa un’ampia indagine storico-dottrinale: approfondisce in primo luogo i presupposti sociali e culturali del liberalismo (in autori come Locke, Montesquieu, Smith, Kant, Humboldt); espone e discute il liberalismo francese nell’età della Restaurazione (i “dottrinari”, Constant); approfondisce il rapporto fra liberalismo e democrazia in Tocqueville e in Mill; esamina i grandi pensatori liberali del Novecento (Kelsen, Croce, Popper, von Hayek, Aron). Ne esce un quadro assai variegato e complesso, che evidenzia sia le peculiarità dei singoli pensatori liberali, sia il loro convergere su alcuni motivi di fondo, che sono ancora al centro della nostra cultura politica.

Rassegna

Condividi

Ti potrebbe interessare…