Giovanni Di Capua

Tommaso Zerbi e i federalismi

Cartaceo
16,00

Studioso di storia bancaria, Tommaso Zerbi contribuì alla formazione del programma economico del Clnai, fu tra i fondatori della Dc lombarda, deputato alla costituente e nelle prime due legislature repubblicane.
Convinto europeista, propugnò la creazione

Studioso di storia bancaria, Tommaso Zerbi contribuì alla formazione del programma economico del Clnai, fu tra i fondatori della Dc lombarda, deputato alla costituente e nelle prime due legislature repubblicane.
Convinto europeista, propugnò la creazione di un’Italia federata fra grandi Cantoni e non fra Regioni, nella convinzione che un tale ordinamento avrebbe opportunamente sviluppato una rinascita complessiva della penisola, non solo politica ma soprattutto culturale ed economica. Alla Costituente, in contrasto con le sinistre, riuscì ad affermare (art. 47) il principio del risparmio popolare e del libero investimento azionario. De Gasperi lo volle come sottosegretario al Bilancio nel suo VII ministero (luglio 1951 luglio 1953).