Paolo Varvaro

Sul fascismo

Il pregiudizio antiliberale nella costruzione del regime totalitario

Cartaceo
10,00

In un celebre discorso di piazza in cui affermava di avere bruciato i bastimenti alle proprie spalle, Mussolini rivendicava la cesura storica operata dal fascismo nei confronti dell’età liberale. Questo libro intende verificare l’attendibilità

In un celebre discorso di piazza in cui affermava di avere bruciato i bastimenti alle proprie spalle, Mussolini rivendicava la cesura storica operata dal fascismo nei confronti dell’età liberale. Questo libro intende verificare l’attendibilità del giudizio mussoliniano. La transizione verso la dittatura è esaminata dalla prospettiva costituzionale, legislativa, ideologica e architettonica. Ciascuno di questi capitoli esprime un diverso approccio del fascismo nei confronti del passato e uno specifico punto di vista riguardo al futuro. Nella sua multiforme e talvolta disomogenea elaborazione del regime totalitario, il fascismo evidenzia una continuità tematica che rivela una chiara identità di fondo. In questa chiave il pregiudizio antiliberale rappresenta più d’ogni altro l’elemento in grado di coagulare nel medesimo progetto le diverse tendenze dell’universo fascista.