Gaizka Fernández Soldevilla, Matteo Re

Storia del terrorismo in Spagna

Dall'Eta al jihadismo

Cartaceo
15,20 16,00

Il 20 ottobre del 2011 l’Eta, l’organizzazione terroristica basca, dichiarò un cessate il fuoco permanente. Alcuni anni più tardi della primavera del 2018, si dissolse definitivamente. Si chiudeva così, dopo quasi mezzo secolo di

Il 20 ottobre del 2011 l’Eta, l’organizzazione terroristica basca, dichiarò un cessate il fuoco permanente. Alcuni anni più tardi della primavera del 2018, si dissolse definitivamente. Si chiudeva così, dopo quasi mezzo secolo di violenza, costellato da oltre 850 vittime mortali e da un elevatissimo numero di feriti, la storia di una delle organizzazioni armate più longeve d’Europa.
Ma in Spagna non ci fu solo l’Eta a seminare morte. Anche se meno conosciuti a livello internazionale, nel paese iberico operarono organizzazioni di estrema sinistra marxista-leninista, di estrema destra neofascista, alcuni gruppi armati nazionalisti e, negli ultimi anni, anche i jihadisti vincolati ad al Qa‘ida (ricordiamo gli attentati dell’11 marzo del 2004 a Madrid) o allo Stato Islamico (attentati di Barcellona e Cambrils nell’agosto del 2017).
Questo libro presenta un percorso storico sull’evoluzione di tutto il terrorismo presente in Spagna.

Indice

Introduzione

1. Dall’opposizione antifranchista al terrorismo 
Il crepuscolo della guerriglia antifranchista 
Il Directorio Revolucionario Ibérico de Liberación, Dril 
Defensa Interior 

2. L’Eta durante la dittatura franchista (1959-1975) 
Alcune questioni preliminari 
Gli albori dell’Eta 
L’evoluzione ideologica e strategica dell’Eta: etnonazionalismo, terzomondismo e operaismo socialista 
Dalla sterzata a sinistra al terzomondismo nazionalista 
I primi attentati mortali 
Primi arresti e il Processo di Burgos 
L’attentato a Carrero Blanco e il dibattito sulla violenza 
La divisione tra Eta militare ed Eta politico-militare 

3. L’Eta durante la Transizione democratica (1976-1982) 
Il nazionalismo radicale contro le elezioni 
La Transizione in Spagna e nei Paesi Baschi 
  La nuova Costituzione 
     Lo Statuto di Autonomia dei Paesi Baschi 
     Le prime elezioni regionali 
     Il terrorismo contro la Transizione 
Prime reazioni sociali al terrorismo 
Finisce la Transizione, diminuisce la violenza 
Si impone l’Eta militare 
     Il colpo di Stato fallito 
     Contro la centrale nucleare di Lemóniz 
L’Eta politico-militare 
I Comandos Autónomos Anticapitalistas 

4. L’Eta nella Spagna democratica (1983-1995) 
I primi anni del governo socialista 
I limiti della lotta al terrorismo 
Proseguono gli attentati 
Il patto di Ajuria Enea e il movimento pacifista 
La seconda vittoria «ecologista» dell’Eta 

5. La fine dell’Eta (1996-2018) 
La strategia della socializzazione della sofferenza 
I sequestri e la reazione della cittadinanza basca 
Il Patto di Estella 
La fine dell’Eta 

6. La violenza indipendentista nel resto della Spagna 
I nazionalismi radicali durante la dittatura 
Catalogna 
Galizia 
Le isole Canarie e le altre regioni 

7. Il terrorismo di estrema destra e parapoliziesco 
Alcuni chiarimenti terminologici 
L’estrema destra durante la Transizione 
Dallo spontaneismo armato al declino del terrorismo di estrema destra 
La violenza antiterroristica 
I Grupos Antiterroristas de Liberación (Gal)

8. Il terrorismo di estrema sinistra 
La sinistra radicale tra la fine del franchismo e la Transizione 
L’antifascismo anarchico 
Il Frap (Frente Revolucionario Antifascista y Patriota) 
I Grapo (Grupos de Resistencia Antifascista Primero de Octubre)

9. Il terrorismo internazionale in Spagna 
Le organizzazioni mediorientali 
La strage de El Descanso 
Il jihadismo 
Madrid, 11 marzo 2004 
Gli attentati del 2017 in Catalogna 

10. Uno sguardo all’Italia 
Il nazionalismo basco in Italia 
Alcuni spunti di riflessione sul terrorismo italiano e spagnolo 
Le Brigate rosse e l’Eta 
     La struttura sociale 
     La struttura interna 
     Il metodo di finanziamento 
     La radicalizzazione violenta 
     La fine 
Gli attentati dell’Eta in Italia 
Il terrorismo di estrema destra 
Jihadismo in Italia 
Le vittime italiane in Spagna 

Conclusioni

Grafici

Bibliografia

Sigle utilizzate nel testo

Indice dei nomi

Condividi