Manuela Bevacqua

Riprendere lo scettro

leggi di iniziativa popolare, attivismo civico, partecipazione

13,30 14,00

Lo strumento delle leggi di iniziativa popolare, previsto dall’art. 71 della Costituzione, sebbene raramente oggetto di discussione pubblica e di attenzione mediatica, è vivo e attuale. Il ricorso al suo uso è costante per

Lo strumento delle leggi di iniziativa popolare, previsto dall’art. 71 della Costituzione, sebbene raramente oggetto di discussione pubblica e di attenzione mediatica, è vivo e attuale. Il ricorso al suo uso è costante per

Lo strumento delle leggi di iniziativa popolare, previsto dall’art. 71 della Costituzione, sebbene raramente oggetto di discussione pubblica e di attenzione mediatica, è vivo e attuale. Il ricorso al suo uso è costante per tutta la vita della Repubblica italiana e, nonostante l’astensionismo sempre crescente dalle urne, non perde la sua attrattiva di fronte all’innegabile crisi dei partiti. È, semmai e per assurdo, il Parlamento il luogo in cui le proposte e gli entusiasmi del popolo sovrano si arenano e muoiono, spesso, totalmente inascoltati. Ma ci sono anche casi di “affermazione popolare” forte, che costringe la politica a farsi da parte e a prendere atto della spinta al cambiamento. C’è un Paese composto di abitanti apatici, disinformati, pigri; ma c’è un Paese composto da cittadini attivi, consapevoli, partecipativi. È in mano a questi ultimi che l’interesse per i beni comuni e per il bene comune diventa un’arma potente, con cui “riprendere lo scettro” per riconsegnarlo al popolo sovrano.

X

Condividi