Claudia Mantovani

Rigenerare la società

L'eugenetica in Italia dalle origini ottocentesche agli anni Trenta

Prefazione di Ernesto Galli della Loggia

Cartaceo
23,75 25,00

L’eugenetica, la scienza del perfezionamento della specie umana, nasce a cavallo tra XIX e XX secolo sull’onda del successo delle teorie darwiniane. La nuova disciplina si colloca al centro di un delicato crocevia dove

L’eugenetica, la scienza del perfezionamento della specie umana, nasce a cavallo tra XIX e XX secolo sull’onda del successo delle teorie darwiniane. La nuova disciplina si colloca al centro di un delicato crocevia dove le scoperte delle scienze biologiche intersecano le riflessioni delle scienze sociali ed entrambe si traducono, poi, nel linguaggio della politica e della legislazione. In nome dell’eugenetica, orizzonti disciplinari diversi , la medicina, la demografia, l’antropologia, la sessuologia, la genetica , si pongono a servizio della“rigenerazione” della stirpe dalle storture della modernità. Una prospettiva che, nell’era della nazionalizzazione delle masse e della crisi del liberalismo, trova sempre più legittimo anteporre gli interessi della collettività , e di quella nazionale in primo luogo , a quelli del singolo, persino nella sfera intimissima dei rapporti sessuali e familiari. Il libro analizza questi nodi mettendoli a fuoco in un contesto ancora poco esplorato come quello italiano. Anche qui infatti l’eugenetica, dagli esordi lombrosiani agli slogan del fascismo, alimenta per alcuni decenni un interessante dibattito intellettuale e influenza, da sponde anche contrapposte, le retoriche politiche a confronto con le emergenti“questioni” sociali. Premio Internazionale di Saggistica “Salvatore Valitutti” 2005 – Menzione speciale

Rassegna

Eventi

Condividi

collana: Storia politica, bic: TCBG, 2004, pp 400
,
isbn: 9788849807691