Francesco Gaglianò

L’Arsenale di Venezia

Una storia produttiva (secoli XIII-VXIII)

Cartaceo
57,00 60,00

Il libro esamina l’Arsenale di Venezia lungo l’arco di sei secoli, dalle origini fino al 1797. L’analisi è condotta considerando il cantiere navale un luogo di lavoro, una fabbrica, il più grande complesso

Il libro esamina l’Arsenale di Venezia lungo l’arco di sei secoli, dalle origini fino al 1797. L’analisi è condotta considerando il cantiere navale un luogo di lavoro, una fabbrica, il più grande complesso produttivo dell’Europa preindustriale. Esso è rappresentato nelle sue funzioni fondamentali: dalla gestione del personale alla sua formazione; dalla progettazione navale alla produzione. Gli aspetti gestionali sono oggetto di confronto con le fabbriche odierne, evidenziandone similarità e differenze. Sono esaminate le tradizioni marinare mondiali, la navigazione e il suo sviluppo scientifico. In tale ambito sono illustrati i rapporti fra l’Arsenale e Galilei. Gli eventi del cantiere sono affiancati alle vicende della Serenissima, il tutto è inserito nel contesto storico, economico, culturale e geopolitico dell’epoca, segnato dalla rinascita dell’Europa, dallo sviluppo di idee (lo zero), tecniche (energia, carta, stampa) e da reti commerciali globali (via della seta, scoperte geografiche).

Condividi