Vincenzo Ruggieri

Il golfo di Keramos: dal tardo-antico al medioevo bizantino

Cartaceo
66,50 70,00

Con la collaborazione di Franco Giordano, Alessandra Acconci, Luigi Miranda, Fernando A. Harris Reyes, Ender Varinliog^lu
Il libro è il risultato delle annuali campagne di lavoro archeologico condotte nel Golfo di Keramos, nell’antica Caria,

Con la collaborazione di Franco Giordano, Alessandra Acconci, Luigi Miranda, Fernando A. Harris Reyes, Ender Varinliog^lu
Il libro è il risultato delle annuali campagne di lavoro archeologico condotte nel Golfo di Keramos, nell’antica Caria, oggi lungo le coste a sud-ovest della Turchia. Usando un metodo interdisciplinare, il lavoro ha preso in considerazione l’intero evolversi storico del territorio urbano e rurale. Oggetto del lavoro la storia bizantina, vale a dire cristiana, ma sempre in connessione con le passate civiltà sì da avere un lettura reale dell’evoluzione storica di una civiltà. Tardo-antico ha così significato un’era ove s’è percepito un passaggio graduale, dinamico, dal mondo antico al nuovo, al cristiano. Quest”ultimo usò , ovviamente, nuovi modi, oltre a quelli antichi, per esprimere il suo linguaggio. Da una ricca ed autonoma cultura urbana, tuttavia, che si legava al mondo pre-romano ed imperiale, (le città di Keramos, Alakisla, Kedreai e i loro territori) si passa, con l’andare del tempo, ad una cultura, un linguaggio urbano ed architettonico – anche nel mondo decorativo ed epigrafico – più uniforme, massificato: questo il quadro che la storia dei siti, nelle loro murature e piani urbanistici, presentano. Questa immagine è sostanziata da oltre 100 pezzi scultorei, qui pubblicati e catalogati, e da molti altri documenti pittorici e musivi, studiati quest”ultimi nella loro fase tecnico-materica oltre che stilistica. s’è, infine, presentato una sostanziale aggiunta epigrafica, classica e cristiana, al già noto corpo epigrafico della città di Keramos.

Rassegna

Eventi

Condividi

collana: Varia , 2003 ,pp 442
,
isbn: 9788849804140