Eugenio Di Rienzo

D’Annunzio diplomatico e l’impresa di Fiume

Cartaceo
42,75 45,00

D’Annunzio sviluppò un’intensa attività diplomatica per contrastare la reazione internazionale ostile all’occupazione di Fiume, disgregare la Jugoslavia, costituire una «Lega dei popoli oppressi», estesa dai “vinti della Grande Guerra” alla Russia di Lenin

D’Annunzio sviluppò un’intensa attività diplomatica per contrastare la reazione internazionale ostile all’occupazione di Fiume, disgregare la Jugoslavia, costituire una «Lega dei popoli oppressi», estesa dai “vinti della Grande Guerra” alla Russia di Lenin e alle nazionalità sottomesse all’imperialismo occidentale. Il Vate non fu, però, né l’ideatore né l’incontrastato primo attore dell’impresa fiumana ma ricoprì il ruolo di semplice pedina manovrata dai “Poteri forti”, dalla massoneria, dai vertici delle Forze Armate, da vari gruppi di pressione politica.

Indice

Il dito e la luna

Fiume una e bina
1. I «disertori in avanti»
2. L’Antistato fiumano
3. Legionari e Fascisti

L’insurrezione contro il nuovo ordine di Versailles
1. «Vittoria nostra, non sarai mutilata»
2. L’Anti-Società delle Nazioni
3. «L’Occidente che non ci ama»
4. La Lega dei popoli oppressi
5. Douce France

«Ardisco non ordisco»?
1. D’Annunzio, Nitti e lo «Stato invisibile»
2. Il «partito militare»
3. Il complesso finanziario industriale
4. La massoneria

La guerra dopo la guerra
1. Le umiliazioni della Conferenza della pace
2. Congiure e complotti
3. Le armi della diplomazia e la diplomazia delle armi
4. Un «Garibaldi sbagliato»?

L’Italia s’è desta
1. Prove tecniche di rivoluzione
2. Sbarchi ad Ancona e marce su Roma
3. Da Fiume a Zara

Marsine, feluche e polvere da sparo
1. D’Annunzio a Fiume e le Potenze dell’Intesa: una partita aperta
2. La trattativa per il modus vivendi
3. Il «non possumus» di Belgrado e il «non debemus» di Wilson
4. Jugoslavia delenda est
5. Dalla Conferenza di Sanremo al Convegno di Pallanza

Sforza, D’Annunzio, i Balcani e il Danubio
1. Exit Nitti, redit Giolitti
2. Gli ultimi «intrighi balcanici»
3. Il Montenegro, la restaurazione asburgica e la Piccola Intesa

Quel che resta del giorno
1. La «pace adriatica» di Rapallo
2. La guerra di Fiume
3. Il .Natale d’infamia.
4. L’eremita di Villa Cargnacco
5. Fiume dopo Fiume

Rassegna

Condividi