Abitacolo

Città dei ragazzi

Un modello di progettazione interdisciplinare

a cura di Fernando Miglietta

Cartaceo
19,00 20,00

La storia di una singolare progettazione interdisciplinare in un incontro di tipo nuovo tra arte, psicologia, e oggetti architettonici. Una Città dei ragazzi – scrive Fernando Miglietta nell’introduzione – concepita come “luogo della creatività

La storia di una singolare progettazione interdisciplinare in un incontro di tipo nuovo tra arte, psicologia, e oggetti architettonici. Una Città dei ragazzi – scrive Fernando Miglietta nell’introduzione – concepita come “luogo della creatività e della libertà, di incontro e di partecipazione; una struttura aperta con elementi di differenziazione e di casualità, fortemente estetica e comunicativa in cui l’architettura si fa interprete dell’immaginario dei ragazzi chiamando le arti visive e plastiche a una collaborazione sul campo in un vero e proprio cantiere della creatività e della comunicazione”.
“Un ambiente formativo – ha evidenziato Alberto Munari – capace di diventare una palestra psico-socio-politica, dove sia effettivamente possibile il gioco della regola, e non soltanto il cieco rispetto delle regole del gioco”.
Un modello di promozione culturale frutto, quindi, – così come ha scritto Bruno Munari nella presentazione – di una grammatica del “costruire senza imporre ma convincendo con la forza della logica e dell’impegno sociale”.

collana: Varia , 2007 ,pp 96
isbn: 8849816075