Salvatore Abbruzzese

Un moderno desiderio di Dio

Ragioni del credere in Italia

Cartaceo
18,05 19,00

La dimensione religiosa in Italia è ben lontana dal dissolversi. A oltre trent’anni dalle prime indagini sistematiche, tanto le pratiche quanto le credenze, tanto i riti quanto le devozioni, sono ben lontani dal presentarsi

La dimensione religiosa in Italia è ben lontana dal dissolversi. A oltre trent’anni dalle prime indagini sistematiche, tanto le pratiche quanto le credenze, tanto i riti quanto le devozioni, sono ben lontani dal presentarsi sul viale del tramonto nel quale erano stati collocati. Non si tratta tuttavia né di un semplice recupero di forme e valori tradizionali, né di una reintegrazione dell’universo del credere dentro lo spazio dell’istituzione ecclesiale. Dall’analisi dei dati, come da quella dei processi culturali che hanno scandito gli ultimi decenni, emerge una dimensione religiosa intesa come risposta specifica e culturalmente definita a domande ed esigenze aperte dalla crisi della modernità. Lo spazio del credere religioso, prima di iscriversi in una rete di appartenenze istituzionali, si manifesta come un’offerta di legami significativi con i luoghi religiosi, i tempi della liturgia, la memoria di un’appartenenza.

Condividi