Simone D'Agostino

Soggetti di senso

Semiotica ed ermeneutica a confronto tra Ricœur e Greimas

Cartaceo
19,00 20,00

Questo libro vuole raccontare una storia e dimostrare una teoria. La storia è quella dell’amicizia intellettuale di due tra le stelle più brillanti del firmamento intellettuale francese della seconda metà del secolo scorso: il

Questo libro vuole raccontare una storia e dimostrare una teoria. La storia è quella dell’amicizia intellettuale di due tra le stelle più brillanti del firmamento intellettuale francese della seconda metà del secolo scorso: il linguista lituano Algirdas Julien Greimas, direttore e fondatore della rinomata École de Paris, e il filosofo francese Paul Ricœur, noto come uno dei capostipiti della fenomenologia more gallico demonstrata. La teoria, che emerge dal confronto dell’ermeneutica ricœuriana con la semiotica greimasiana, è che solo la struttura “erotica” del soggetto cosciente intenzionale, capace di senso, è in grado di fondare l’unità di spiegare e comprendere; ovvero di prospettare una piattaforma epistemologica di base comune tra le scienze umane e le scienze della natura.

collana: Scaffale Universitario, 2009, pp 156
, ,
isbn: 8849824124