Morte a Venezia

Thomas Mann / Luchino Visconti: un confronto

a cura di Francesco Bono, Luigi Cimmino, Giorgio Pangaro

Cartaceo
13,30 14,00

La Morte a Venezia, romanzo breve (o, se si preferisce, racconto lungo) è senza dubbio uno dei capolavori della narrativa del ’900. Qui Thomas Mann, con sublime magistero, tratta quello che forse

La Morte a Venezia, romanzo breve (o, se si preferisce, racconto lungo) è senza dubbio uno dei capolavori della narrativa del ’900. Qui Thomas Mann, con sublime magistero, tratta quello che forse è il tema fondamentale della sua opera, e cioè il conflitto irresolubile tra arte e vita. Gustav von Ashenbach, scrittore, artista quindi, incarna la lotta interiore, lotta che non può aver termine, tra l’ascetica morale borghese e le mai definitivamente domabili pulsioni del profondo. Morte a Venezia, il film che dal testo manniano ha tratto Luchino Visconti, ne riprende la lezione in maniera quasi fedelissima. Di fatto è in quel quasi che sta la motivazione del testo che presentiamo come ulteriore capitolo della serie «corpo a corpo». Come gli altri volumi della serie anche quest’ultimo si avvale dei contributi di studiosi provenienti da diversi ambiti disciplinari: germanisti e filosofi, storici del cinema e musicologi, a caratterizzare un approccio e una linea di ricerca che crediamo possa essere di una qualche utilità.

Rassegna

Condividi

collana: Cinema, bic: AP, 2014, pp 238
, , ,
isbn: 9788849839371

Ti potrebbe interessare…