Così bella così dolce

Dalle pagine di Dostoevskij al film di Bresson

a cura di Francesco Bono, Luigi Cimmino, Giorgio Pangaro

Cartaceo
13,30 14,00

Un confronto serrato tra due capolavori “minori”: la novella La mite di Dostoevskij e il film che Bresson ne ha tratto: Une femme douce. Il volume prende in esame le opere di due maestri

Un confronto serrato tra due capolavori “minori”: la novella La mite di Dostoevskij e il film che Bresson ne ha tratto: Une femme douce. Il volume prende in esame le opere di due maestri che con strumenti diversi ed in contesti molto lontani hanno indagato, con la stessa acribia e severità, fin nelle pieghe più nascoste dell’animo umano. I saggi raccolti, come d’abitudine per la serie “corpo a corpo”, di cui questo è il terzo volume, provengono da discipline differenti, dalla slavistica alla teologia, dalla storia e critica cinematografica alla filosofia, ma tutti scritti in uno stile scorrevole, libero da vincoli accademici e disciplinari.

 

Condividi

collana: Cinema, bic: AP, 2012, pp 220
, ,
isbn: 9788849833430