Giuditta Bosco

Mondo e anima

Sviluppi del naturalismo da Bruno a Robinet

Cartaceo
12,35 13,00

L’idea di natura ha assunto nel corso del tempo una molteplicità di significati che si pongono al varco tra mondo, anima, uomo e si è innescata con lemmi quali vitalismo, panteismo, monismo. Nello specifico,

L’idea di natura ha assunto nel corso del tempo una molteplicità di significati che si pongono al varco tra mondo, anima, uomo e si è innescata con lemmi quali vitalismo, panteismo, monismo. Nello specifico, all’interno del naturalismo rinascimentale italiano che da Bruno si apre al pensiero moderno e illuministico, è possibile rinvenire tracce che penetrano in pensatori spesso considerati ai margini perché portatori di idee nuove, vicine allo spirito materialistico e enciclopedico, e si confondono con altre prese in prestito dalla tradizione ermetica, dallo spinozismo, dalle scienze della vita. È il caso di Jean Baptiste Renè Robinet, intorno al quale è costruito questo saggio che tenta di circoscrivere quei modelli di pensiero che da Bruno pervengono a Robinet per il tramite di Leibniz. Mondo e anima, vita e materia, sono i poli in cui confluiscono i caratteri essenziali della filosofia di Robinet e quanto più il significato della natura viene potenziato, tanto più prendono forza e vigore, nelle sue opere, idee sotterranee e latenti che richiamano elementi della tradizione rinascimentale vicini anche alla filosofia leibniziana e che mirano, inevitabilmente, a cercare un nuovo approccio con alcuni aspetti costituivi dell’Illuminismo e soprattutto con lo sviluppo delle scienze della vita.

collana: Storia delle idee, bic: HP, 2006, pp 256
, , ,
isbn: 9788849815719