Viktor E. Frankl

Lettere di un sopravvissuto

Ciò che mi ha salvato dal Lager

a cura di Eugenio Fizzotti

Cartaceo
13,30 14,00

Scritte da Frankl negli anniche seguirono la sua liberazione (1945-1949) e inviate alla sorella Stella, ad amici e colleghi di vecchia data, le lettere veicolano con irresistibile e avvincente stile la costanteconsapevolezza che la

Scritte da Frankl negli anniche seguirono la sua liberazione (1945-1949) e inviate alla sorella Stella, ad amici e colleghi di vecchia data, le lettere veicolano con irresistibile e avvincente stile la costanteconsapevolezza che la vita conserva sempre e ovunque un suo irripetibile e irrinunciabile significato, nonostante le peggiori condizioni in cui viene vissuta. Nelle lettere Frankl si dimostra serio e pensoso ricercatore, acuto osservatore delle sofferenze più intime, manifesta una spiccata serenità interiore a quanti, angosciati e depressi, aprono il loro cuore per essere compresi, accolti, rispettati e aiutati a ritrovare le sorgenti spesso nascoste del senso profondo della loro vita.Il volume è curato in edizione italiana da Eugenio Fizzotti, docente di psicologia all’Università Salesiana di Roma, allievo prediletto di Viktor E. Frankl al Policlinico di Vienna e tra i più noti rappresentanti a livello internazionale della logoterapia e analisi esistenziale.

collana: Le bighe , 2008 ,pp 166
, ,
isbn: 9788849819885