Francesco Callea

La storia di Riccio di Mare

Cartaceo
9,50 10,00

Quali motivazioni portano in un ospedale sulle rive del lago Vittoria, all’Equatore, i tre straordinari personaggi del racconto? La «volontà testamentaria» di un figlio al padre Sam, ortopedico ed ex marine, «servire il Signore,

Quali motivazioni portano in un ospedale sulle rive del lago Vittoria, all’Equatore, i tre straordinari personaggi del racconto? La «volontà testamentaria» di un figlio al padre Sam, ortopedico ed ex marine, «servire il Signore, crescere e trasformarsi nella gioia» per Ranocchietto, suora laica di una congregazione missionaria americana, un’inaudita inedita ragione «il sole anche di notte» per Riccio di Mare, medico-ginecologo che si divide tra l’Europa e l’Africa in progetti assistenziali ed educativi. Al primo incontro, tra Ranocchietto e Riccio di Mare, è subito colpo di fulmine. Lei resiste al corteggiamento fino all’impossibile, poi si lascia andare e nasce una storia d’amore dove lei entra con l’ardore e la consapevolezza di donna matura e con la tranquillità (sicurezza) che le viene dall’essere in menopausa. Il rapporto si sviluppa di sorpresa in sorpresa. Ranocchietto rimane incinta, il piccolo che cresce in mezzo a bambini neri in un villaggio nel sud della Tanzania, gradualmente cambia colore della pelle da bianco a nero ebano. Colpi di autentica letteratura che travolgono non solo il lettore, ma anche le regole della Natura, della biologia e della genetica. Da questi fatti l’Autore, in una narrazione logica coerente e congruente, fa discendere come ineludibile necessità storica, una cascata di eventi alla portata dell’uomo: il superamento delle utopie e il risveglio delle coscienze, la fratellanza e la solidarietà, e, a sorpresa di meraviglia, la (possibile) fine – chi l’avrebbe mai detto? – delle diseguaglianze e del razzismo.

Condividi

collana: Varia, bic: FA, 2015, pp 80

isbn: 9788864920511

Ti potrebbe interessare…