Mario Strati

Impallidisco le stelle e faccio giorno

Cartaceo
5,61 5,90

Immersione totale nella ‘ndrangheta, nei suoi rituali solenni, quasi esoterici, nella sua capacità di essere istituzione totale nella Locride, fino a scegliere i suoi adepti e costruirne i destini secondo ragioni che sfuggono ai

Immersione totale nella ‘ndrangheta, nei suoi rituali solenni, quasi esoterici, nella sua capacità di essere istituzione totale nella Locride, fino a scegliere i suoi adepti e costruirne i destini secondo ragioni che sfuggono ai singoli. Nino Rodicato, personaggio di grande carisma, capace di visioni strategiche, domina la scena di un dramma a tinte fosche. Protagonista depositario di una logica il cui bandolo sfugge alla scelta del singolo. L’altro polo della storia è Carmelo, che, trascinato dalle altrui volontà, accetta totalmente il meccanismo della“famiglia” fino a diventarne la vittima esemplare. L’ampia carrellata produce una descrizione, dall’interno, dei rapporti, dei codici comportamentali e linguistici dell’organizzazione criminale, del delitto assunto come pratica corrente. Non vi è formulazione di giudizio morale. Lascia anzi perplessi l’affermazione secondo la quale «la cosa più seria è non giudicare affatto».

collana: Scrittori di Calabria , 2006 ,pp 190
,
isbn: 9788849815450