Giovanni Di Capua

Il biennio compromissorio

(maggio 1945 / aprile 1947) L'Italia del «Don Basilio»

Cartaceo
25,00

Secondo di una trilogia dedicata al quinquennio politico italiano 1943-1948, il volume ricostruisce, con dovizia documentaria sovente ignorata dalla storiografia ideologicamente ispirata, il biennio intercorso tra la liberazione del nord da parte delle armate

Secondo di una trilogia dedicata al quinquennio politico italiano 1943-1948, il volume ricostruisce, con dovizia documentaria sovente ignorata dalla storiografia ideologicamente ispirata, il biennio intercorso tra la liberazione del nord da parte delle armate angloamericane e la caduta del Tripartito, cioè l’alleanza provvisoria e straordinaria fra i tre partiti di massa emersi nel postfascismo. A simboleggiare quella fase viene richiamato il «Don Basilio», un settimanale satirico ma largamente usato dalla propaganda delle sinistre (e molto seguìto anche dalle destre), fortemente anticlericale, in contrapposizione alla Dc, primo partito italiano, ma minoritario rispetto all’intero schieramento politico-parlamentare. In questo, specie nella produzione costituzionale, si vide spesso prevalere il connubio destra-sinistra, contro una persistente vulgata secondo la quale la costituzione del 1948 sarebbe invece fondata su un compromesso catto-comunista, che risultò invero limitato a pochi articoli.