Élie Halévy e l’era delle tirannie

a cura di Maurizio Griffo Gaetano Quagliariello

Cartaceo
24,53 25,82

Elie Halévy (1870-1937) è un caposcuola della storiografia politica francese. Il volume che qui si presenta cerca di ricostruire i molteplici aspetti della sua personalità di studioso, ed è articolato in tre sezioni tematiche.

Elie Halévy (1870-1937) è un caposcuola della storiografia politica francese. Il volume che qui si presenta cerca di ricostruire i molteplici aspetti della sua personalità di studioso, ed è articolato in tre sezioni tematiche. La prima è dedicata alla formazione e al rapporto che egli intrattenne con la società e la cultura francesi del suo tempo. La seconda passa in rassegna i temi principali della sua opera, sempre in equilibrio tra verità storica e passione politica. L’ultima sezione esplora il suo rapporto con la culturaitaliana. In sintesi, abbiamo qui il bilancio di una biografia intellettuale che è al tempo stesso il bilancio di un secolo, il Novecento, di cui Halévy è stato uno degli interpreti più lucidi e spregiudicati.