Mario Baudino, Benedetta Centovalli, Guido Conti, Giuseppe Lupo, Raffaele Nigro, Giorgio Nisini, Onofrio Pagone, Romana Petri, Antonio Riccardi, Mimmo Sammartino, Vito Teti

Buon Appennino

La cultura del cibo nell'Italia interna

Prefazione di Piero Lacorazza, Gianni Lacorazza

Cartaceo
15,20 16,00

Esiste un rapporto assai stretto tra la geografia dell’Appennino e la tradizione del cibo, i suoi significati culturali, la multiforme profondità della tradizione a cui attinge per essere non soltanto un aspetto concreto della vita quotidiana, ma anche un elemento

Esiste un rapporto assai stretto tra la geografia dell’Appennino e la tradizione del cibo, i suoi significati culturali, la multiforme profondità della tradizione a cui attinge per essere non soltanto un aspetto concreto della vita quotidiana, ma anche un elemento identitario e di forte impatto culturale. Sulla base di queste considerazioni, la Fondazione Appennino promuove la pubblicazione di un’opera in cui alcuni scrittori, nati lungo la dorsale che va dalle Langhe all’Aspromonte, raccontano il loro rapporto con i piatti e le pietanze dei territori di origine, nel tentativo di comporre non tanto un elenco di ricette, quanto un’incursione a più voci sul cibo come memoria e antropologia.

Dalle pianure di Guido Conti alla memoria dei cibi di montagna offerti da Mimmo Sammartino, dalle antropologie silane di Vito Teti, dai piatti lucani di Giuseppe LupoRaffaele Nigro, dalle riflessioni di Benedetta Centovalli e di Mario Baudino sui cibi del Mugello e delle Langhe, dalle ricette dell’entroterra parmigiano di Antonio Riccardi alle pietanze del Lazio settentrionale di Romana Petri e Giorgio Nisini e all’odore dei frantoi di Onofrio Pagone, un percorso straordinario alla scoperta di sapori nascosti tra valli e montagne, per ricordare che il tesoro dell’Appennino è fatto di cultura materiale ma soprattutto di riflessioni legate al destino senza tempo dell’uomo e a una esistenza tessuta nelle trame della semplicità.

Indice

Gianni Lacorazza e Piero Lacorazza
Presentazione

Giuseppe Lupo
Cibo appennino 

Raffaele Nigro
Il pomario nel piatto 

Guido Conti
Le strade che attraversano l’Appennino . Un viaggio storico-gastronomico tra realtà e immaginazione letteraria 

Vito Teti
Cibi e riti nelle comunità arbëreshë delle regioni meridionali. Il caso della Calabria 

Benedetta Centovalli
Castagnaccio, una passione tardiva 

Mario Baudino
Dancing Paradiso 

Giorgio Nisini
Geltrude e le fricciolose 

Onofrio Pagone
L’odore della nonna

Romana Petri
Ricetta umbra

Antonio Riccardi
Zuppa di Natale con allegoria
Artifici della memoria in cucina

Mimmo Sammartino
Il complimento di Aggidiǝ e Carul. e le crostolə perdute di Donnach.

Eventi

Condividi