Nicoletta Stame

Tra possibilismo e valutazione

Judith Tendler e Albert Hirschman

Cartaceo
14,25 15,00

Albert Hirschman ha affermato che «l’indagine minuziosa di Judith Tendler sulle caratteristiche differenziali e sugli effetti collaterali dell’energia termica e idraulica, come pure sulla generazione e distribuzione dell’energia, hanno contribuito in vario modo

Albert Hirschman ha affermato che «l’indagine minuziosa di Judith Tendler sulle caratteristiche differenziali e sugli effetti collaterali dell’energia termica e idraulica, come pure sulla generazione e distribuzione dell’energia, hanno contribuito in vario modo alla formazione delle mie idee». Judith Tendler, a sua volta ha scritto che Hirschman le aveva «insegnato che per capire lo sviluppo di un paese avrebbe dovuto guardare dove non avrebbe mai pensato di guardare prima», e che nel lavoro di Albert un ricercatore «abbastanza paziente» avrebbe trovato «una ricca complessità sia di successi che di fallimenti, sia di efficienza che d’incompetenza, di ordine combinato al disordine». Ricostruendo le radici teoriche di una scienza sociale interpretativa, questo testo mostra come il possibilismo di Hirschman sia al fondamento della originale pratica di valutazione della Tendler, anticipatrice di tanti sviluppi attuali. La persistente vitalità del loro pensiero consente di tracciare i lineamenti di una valutazione possibilista.

Condividi