Simona D'Arienzo

Spazio e tempo nella sociologia comparativa di Alexis de Tocqueville

Cartaceo
14,00

Il testo intende fornire un’interpretazione originale di Alexis de Tocqueville e della sua opera La democrazia in America, utilizzando le concezioni del tempo e dello spazio come linee guida per evidenziarne la metodologia comparativa.
Queste

Il testo intende fornire un’interpretazione originale di Alexis de Tocqueville e della sua opera La democrazia in America, utilizzando le concezioni del tempo e dello spazio come linee guida per evidenziarne la metodologia comparativa.
Queste due variabili, infatti, rendono esplicito il discorso sociologico sotteso alle osservazioni dell’autore sul confronto tra mondi sociali. l’obiettivo è quello di esplorare l’influenza che una determinata configurazione delle relazioni ha sul modo di rappresentare il tempo e lo spazio e come, a loro volta, queste categorie influiscono sulle relazioni, evidenziandone le differenze. Il testo ripercorre il travaglio interiore dell’autore, prodotto dalle vicissitudini del suo tempo, attraverso l’analisi delle due Democrazie in cui si mostra come il tempo e lo spazio contribuiscono alla costruzione del discorso teorico relativo al modo in cui le immagini del mondo influiscono sulla formazione delle strutture e delle motivazioni individuali.
Il lavoro si conclude con una riflessione sulla democrazia contemporanea che mette a frutto gli spunti tratti dalla lettura de La democrazia in America, in chiave di sintesi dei caratteri distintivi dei tipi di società analizzati tenendo in considerazione le variabili del tempo e dello spazio, in un gioco di dicotomie e di comparazioni che permette da un lato di leggere questo autore e la sua opera sotto una luce e una prospettiva inedite, dall’altro di far luce sulla società attuale.