Nell’occhio del ciclone

Strategie per costruire il futuro del Made in Italy

a cura di Stefano Manzocchi Beniamino Quintieri

Cartaceo
13,30 14,00

Rapporto predisposto dalla Fondazione Manlio Masi e dal LUISS Lab per ICE e Comitato Leonardo
La globalizzazione ha reso accessibili alle imprese mercati nuovi con caratteristiche, fabbisogni, dinamiche di crescita significativamente diverse da paese a

Rapporto predisposto dalla Fondazione Manlio Masi e dal LUISS Lab per ICE e Comitato Leonardo
La globalizzazione ha reso accessibili alle imprese mercati nuovi con caratteristiche, fabbisogni, dinamiche di crescita significativamente diverse da paese a paese. Simili differenze richiedono uno specifico adattamento delle strategie di penetrazione commerciale e delle tipologie di prodotti in funzione della domanda locale.
Questo libro analizza le relazioni che intercorrono tra le esportazioni del Made in Italy da un lato e le varie tipologie di mercato dall’altra, focalizzando l’attenzione sulle strategie di prezzo delle imprese esportatrici, che solitamente sono adattate alle peculiarità  dei mercati di sbocco.
Le principali indicazioni fornite dalla ricerca, effettuata combinando un’approfondita analisi econometrica con indagini sul campo, è che l’Italia, grazie anche al livello qualitativo dei suoi prodotti, che le conferisce un certo potere di mercato, esporta beni a prezzi più elevati nei paesi relativamente più ricchi e nei mercati caratterizzati da un’alta concentrazione dei redditi in alcune fasce della popolazione particolarmente propense ad acquistare il Made in Italy di alta gamma.