Il diritto alla filosofia

Atti del Seminario di Studi su Raffaello Franchini Napoli (4-5 dicembre 2000)

a cura di Girolamo Cotroneo Renata Viti Cavaliere

Cartaceo
15,20 16,00

Sono qui raccolti in volume gli interventi e le testimonianze di allievi, colleghi ed amici, tesi a rendere omaggio alla memoria di Raffaello Franchini, riconosciuto maestro nel campo degli studi filosofici per la sua

Sono qui raccolti in volume gli interventi e le testimonianze di allievi, colleghi ed amici, tesi a rendere omaggio alla memoria di Raffaello Franchini, riconosciuto maestro nel campo degli studi filosofici per la sua vasta operosità scientifica e per l’impegno etico-politico di una inesausta militanza culturale. La passione teoretica per l’inesauribilità dello spirito, unita a una sapiente e talvolta dolente consapevolezza della difficoltà del vivere individuale e storico, impressero al suo insegnamento ed ai suoi numerosissimi scritti , nella forma del saggio ponderoso, dell’articolo tempestivo, o dell’icastico aforisma , uno stile di pensiero mobile e rigoroso, ironico ed intenso, sempre per dir così adeguato al tema e soprattutto ispiratore di nuove domande e di possibili soluzioni.Al lettore si offrono analisi e suggestioni significative per ricostruire il profilo scientifico e umano di Raffaello Franchini, al quale con indubbio profitto potranno guardare oggi tutti coloro che mal si adattano alle facili scappatoie dei miti o delle rinate ideologie. Il vantaggio di una teoreticità forte che sia al tempo stesso aperta alle dinamiche storico-politiche sta nel saper affrontare il nuovo con la saggezza dell’antico: al centro della lezione di Franchini va perciò intravisto il pathos classico della tradizione storicistica, di matrice crociana, insieme con l’umanesimo liberale che è il segno evidente dell’atteggiamento antidogmatico. La proposta teorica di Franchini può dirsi infine davvero“adeguata” ai tempi, se ancor oggi, e forse più che in passato, ha senso discutere animatamente intorno alle basi filosofiche dei diritti umani e decisamente puntare sull’essenziale questione di una logica del giudizio prospettico.

Rassegna

Condividi