Il Caso Tretti

a cura di Domenico Monetti Luca Pallanch

Cartaceo
9,41 9,90

Augusto Tretti (Verona 1924-2013), il più originale e irregolare tra i registi italiani, protagonista di una delle più lunghe e tortuose avventure produttive della storia del cinema, realizza tre film e mezzo in venticinque

Augusto Tretti (Verona 1924-2013), il più originale e irregolare tra i registi italiani, protagonista di una delle più lunghe e tortuose avventure produttive della storia del cinema, realizza tre film e mezzo in venticinque anni di carriera: i lungometraggi La Legge della tromba, Il potere, Alcool e il cortometraggio per la Rai Mediatori e carrozze. Il suo talento, riconosciuto dalla figure rilevanti della cultura italiana – Federico Fellini, Michelangelo Antonioni, Ennio Flaiano, Franco Fortini, Alberto Moravia, Cesare Zavattini, Tonino Guerra -, viene ostacolato di volta in volta da fantomatici produttori (La legge della tromba), da un destino amaro (il fallimento della Titanus per Il potere), dal silenzio reiterato del servizio pubblico televisivo (i progetti degli anni ’70-’80), come testimoniano i documenti inediti per la prima volta qui pubblicati, provenienti dal Fondo Augusto Tretti del Centro Sperimentale di Cinematografia.

Rassegna

Condividi