Sàndor Petöfi

Giovanni il Prode

Ovvero come Gianni Pannocchia divenne Giovanni il Prode

Cartaceo
11,77 12,39

Traduzione dall’ungherese, introduzione e note di Roberto Ruspanti. La traduzione italiana della più bella fiaba popolare in versi della letteratura ungherese.

collana: Danubiana, 1998, pp 138
,
isbn: 9788872847084