Giuseppe Limone

Persona e memoria

Oltre la maschera: il compito del pensare come diritto alla filosofia

Cartaceo
26,60 28,00

Che cosa è, nel mondo umano, la persona? Tutto. Che cosa è, in tanti spazi del mondo contemporaneo, la persona? Nulla. Su questo tutto e su questo nulla è necessario oggi urgentemente interrogarsi. Questo

Che cosa è, nel mondo umano, la persona? Tutto. Che cosa è, in tanti spazi del mondo contemporaneo, la persona? Nulla. Su questo tutto e su questo nulla è necessario oggi urgentemente interrogarsi. Questo libro affronta una doppia avventura: individuare i molti significati storicamente nascosti nella parola “persona” e gli impervi significati speculativamente nascosti nell’essere persona. Ciò, allo scopo di mostrare come le due avventure possano, a un certo punto, sovrapporsi, interrogandoci daccapo. All’analisi emergono con forza inediti nuclei speculativi: la molteplice natura della metafora, la differenza di statuto fra l’idea e il concetto, la conoscenza scientifica nella sua miseria classificatoria, la spaesante consonanza fra l’idea matematica della sezione aurea e la ternarietà intrinseca nell’essere persona, l’impensato corrispondersi a specchio fra l’incompletezza strutturale dei sistemi formali e l’inclassificabilità esistenziale della persona, la catastrofe come momento speculativo intorno a cui è possibile superare l’opposizione tra cognitivismo etico e non-cognitivismo etico, l’emergente centralità – paradossalmente in negativo – della singolarità umana nella nuova temperie planetaria, caratterizzata da complessità e velocità. Si fa luce, in questo spazio speculativo, una nuova identità del nesso intrinseco fra la persona e la memoria, intendendo questa non come “aver memoria”, ma come “essere memoria”.

Ti potrebbe interessare…