Jacques Delors, Jean-Louis Arnaud

Memorie

prefazione di Giorgio Napolitano

Cartaceo
26,60 28,00

Ingegnere sociale, economista, interprete lungimirante delle trasformazioni socio-economiche indotte dalle nuove tecnologie e dalla globalizzazione, Jacques Delors ripercorre i passaggi salienti di una vita segnata dall’intima vocazione all’impegno militante sino alle più alte responsabilità

Ingegnere sociale, economista, interprete lungimirante delle trasformazioni socio-economiche indotte dalle nuove tecnologie e dalla globalizzazione, Jacques Delors ripercorre i passaggi salienti di una vita segnata dall’intima vocazione all’impegno militante sino alle più alte responsabilità pubbliche in Francia e in Europa, nel contesto degli straordinari evevnti e fermenti che hanno attraversato il continente nella seconda parte del XX secolo. Fervente sostenitore della costruzione europea, Delors presiede la Commissione europea dal 1985 al 1995 e si rende protagonista del decennio che ha cambiato il volto dell’Europa confermando il giudizio espresso dall’Economist: «nessun Europeo ha esercitato un impatto così grande sull’Europa occidentale quanto J. Delors».