Giuliana Gregorio

Linguaggio e interpretazione: su Gadamer e Heidegger

a cura di

11,40 12,00

Muovendo dalla complessa relazione di prossimità e distanza che sussiste tra le riflessioni di Gadamer e di Heidegger, il volume si interroga sugli aspetti teorici centrali dell’ermeneutica filosofica contemporanea, allo scopo di farne emergere

Muovendo dalla complessa relazione di prossimità e distanza che sussiste tra le riflessioni di Gadamer e di Heidegger, il volume si interroga sugli aspetti teorici centrali dell’ermeneutica filosofica contemporanea, allo scopo di farne emergere

Muovendo dalla complessa relazione di prossimità e distanza che sussiste tra le riflessioni di Gadamer e di Heidegger, il volume si interroga sugli aspetti teorici centrali dell’ermeneutica filosofica contemporanea, allo scopo di farne emergere i principali nodi problematici e le aperture feconde. La discussione ruota intorno a due temi fondamentali: l’interrogazione dei limiti del linguaggio, nel suo imprescindibile rapporto con la dimensione primaria del mondo della vita, e la questione dell’interpretazione, nel duplice senso di struttura basilare dell’umano essere-nel-mondo e della concreta attuazione del confronto speculativo con la tradizione filosofica. A ciò si lega un terzo tema, strettamente intrecciato con i primi due: il tema della metafisica, e il problema della possibilità di un suo reale ‘superamento’ da parte dell’ermeneutica, nei suoi esiti ultimi, della possibilità cioè di un’effettiva fuoriuscita dai limiti del suo linguaggio.
X

Condividi

Ti potrebbe interessare…