Ludwig von Mises

Liberalismo

Prefazione di Dario Antiseri

Cartaceo
14,25 15,00

Il liberalismo, scrive Mises, «è l’applicazione delle teorie scientifiche alla vita sociale degli uomini». Mises evita appelli ai sentimenti e prediche sui valori, e fa presente come ragioni logiche ed empiriche stiano lì a

Il liberalismo, scrive Mises, «è l’applicazione delle teorie scientifiche alla vita sociale degli uomini». Mises evita appelli ai sentimenti e prediche sui valori, e fa presente come ragioni logiche ed empiriche stiano lì a dimostrare l’inscindibile legame fra economia di mercato, da una parte, e il più esteso benessere e la più ampia libertà dall’altra; benessere e libertà sono impossibili all’interno del «socialismo», cioè all’interno di una società (comunista, fascista, nazista), che abbia abolito o strangolato la proprietà privata dei mezzi di produzione.

«Il programma del liberalismo potrebbe riassumersi in una sola parola: “proprietà”». E insieme all’idea di proprietà, il liberalismo mette al primo posto l’idea di libertà e di pace. La pace è «la teoria sociale del liberalismo». E poi: «un sistema basato sulla libertà di tutti i lavoratori garantisce la massima produttività del lavoro umano e pertanto va incontro agli interessi di tutti gli abitanti di questo mondo».

Ti potrebbe interessare…