Elio Matassi, Walter Pedullà, Fulco Pratesi

La Bellezza

Con un saggio introduttivo di Raffaele Gaetano

a cura di Raffaele Gaetano

Cartaceo
8,00

La nascita dell’estetica come disciplina filosofica (1750) ha finito per espropriare la bellezza della sua identità originaria limitandone la capacità di interagire con altri saperi. Una rivoluzione dagli esiti inquietanti, con precise rifrangenze nei

La nascita dell’estetica come disciplina filosofica (1750) ha finito per espropriare la bellezza della sua identità originaria limitandone la capacità di interagire con altri saperi. Una rivoluzione dagli esiti inquietanti, con precise rifrangenze nei più diversi ambiti: dalla filosofia alla musica, dalla letteratura alle arti figurative.
Su questi problemi ha voluto riflettere un giovane e sofisticato festival di filosofia, «Il Giardino dell’Estetica», attraverso un florilegio di lezioni magistrali affidate a studiosi di chiara fama provenienti da diverse aree disciplinari: Elio Matassi (Filosofia), Walter Pedullà (Italianistica), Fulco Pratesi (Ambientalismo).
La conclusione del percorso ha portato ad una verità inequivocabile: nella ricerca attuale sulla bellezza occorre lasciarsi andare, divagare, seguire percorsi non sempre rigidamente finalizzati, infilarsi in molti , impossibile farlo in tutti, è ovvio! , dei sentieri che si dipartono dalla realtà: procedendo, insomma, erraticamente.
Le lezioni magistrali qui raccolte sono precedute da un denso saggio di Raffaele Gaetano, Etiche della Bellezza, che già dal titolo offre le coordinate per una nuova e più originale idea di bellezza.

Rassegna

Condividi

collana: Varia , 2005 ,pp XVI+48

isbn: 9788849811101