Barbara Taverni

L’Italia divisa

Gli Enti locali tra proporzionale e maggioritario (1946-1956)

Prefazione di Pier Luigi Ballini

Cartaceo
15,30 18,00

Il volume ricostruisce il dibattito sulle autonomie – in particolare sulla riforma degli Enti locali e sui progetti per attuare il Titolo V della Costituzione – e le più significative vicende dell’alterno rapporto centro-periferia

Il volume ricostruisce il dibattito sulle autonomie – in particolare sulla riforma degli Enti locali e sui progetti per attuare il Titolo V della Costituzione – e le più significative vicende dell’alterno rapporto centro-periferia nei primi dieci anni della Repubblica. Le elezioni amministrative del 1946, le leggi di riforma del 1951 – che consentirono, fra l’altro, la ricostituzione dei Consigli provinciali –, le elezioni del 1951-52, con l’introduzione del premio di maggioranza e del nuovo sistema degli “apparentamenti”, la successiva legge elettorale e le elezioni del 1956 sono presentate nel più ampio quadro della lotta politica negli anni del “centrismo” e della sua crisi. Un contributo alla storia dei partiti, dei movimenti e delle “culture politiche” negli anni della costruzione della democrazia e della “Guerra fredda”.

Condividi

collana: Storia politica, bic: HBJD2, 2011, pp 300
,
isbn: 9788849829143