Livio Zerbini

L’armatura perduta

14,25 15,00

E’ l’avvincente racconto di come ancor oggi l’archeologia possa riservare rilevanti scoperte, come quella fatta da Livio Zerbini, valente studioso del mondo antico, in uno degli scenari paesaggistici e storici più affascinanti e suggestivi:

E’ l’avvincente racconto di come ancor oggi l’archeologia possa riservare rilevanti scoperte, come quella fatta da Livio Zerbini, valente studioso del mondo antico, in uno degli scenari paesaggistici e storici più affascinanti e suggestivi:

E’ l’avvincente racconto di come ancor oggi l’archeologia possa riservare rilevanti scoperte, come quella fatta da Livio Zerbini, valente studioso del mondo antico, in uno degli scenari paesaggistici e storici più affascinanti e suggestivi: la Colchide, l’antica regione, affacciata sul Mar Nero, il cui nome evoca immediatamente il mito di Giasone e degli Argonauti alla ricerca del vello d’oro. Le pagine del libro non soltanto ripercorrono e ricostruiscono le fasi salienti dell’importante scoperta archeologica, ma rappresentano una sorta di viaggio a ritroso nell’antica Colchide, in cui la dimensione del mito si percepisce ancora e sembra quasi insita negli stessi luoghi, e in cui l’archeologia, proprio per l’insufficienza di scavi sistematici, risulta ancora inevitabilmente ammantata di quel fascino misterioso della scoperta.
Questa terra, così densa di storia, oltre a conservare paesaggi incontaminati di assoluta e straordinaria bellezza, rappresenta un vero e proprio scrigno di tesori archeologici ancora tutti da scoprire, come splendidamente dimostra l’Armatura perduta.
X

Condividi

collana: Varia , 2009 ,pp 150
, , ,
isbn: 9788849825251