Elena Porciani

L’alibi del sogno nella scrittura giovanile di Elsa Morante

Cartaceo
20,90 22,00

Questo studio prende origine dal desiderio di offrire un contributo organico sull’imponente mole di racconti, fiabe e poesie, articoli e un ‘quasi romanzo’ che costituiscono il corpus giovanile di elsa Morante: più di un

Questo studio prende origine dal desiderio di offrire un contributo organico sull’imponente mole di racconti, fiabe e poesie, articoli e un ‘quasi romanzo’ che costituiscono il corpus giovanile di elsa Morante: più di un centinaio di testi composti negli anni Trenta e nei primi anni Quaranta, di cui solo una parte è stata pubblicata in volume e che, sottoposti a un’indagine incentrata sul vettore tematico del sogno, molto dicono sulla formazione della personalità della loro autrice. Di contro a periodizzazioni e interpretazioni incentrate sulle opere maggiori, occuparsi di una giovane Morante in cerca della propria dimensione artistica implica infatti un diverso riconosimento dell’originalità della sua figura: non più come prodigio dell’ispirazione, ma come frutto della rimotivazione di modelli e topoi romanzeschi, del riuso di generi e modi narrativi, ovvero della maturazione di una fortissima coscienza metaletteraria abbinata a una speciale sensibilità per le “futili tragedie” dell’esistenza.

2007 ,pp 300

isbn: 9788888947631