Paolano Ferrantino

I colori del tempo

Poesie 2010-2013

a cura di

11,40 12,00

Nello spazio luminoso di epifaniche stagioni l’autore riesce a moltiplicare il senso del tempo e a renderlo polifonico. Nel tempo e con il tempo lui proferisce la sua parola, scrive, scava, edifica, lascia che

Nello spazio luminoso di epifaniche stagioni l’autore riesce a moltiplicare il senso del tempo e a renderlo polifonico. Nel tempo e con il tempo lui proferisce la sua parola, scrive, scava, edifica, lascia che

Nello spazio luminoso di epifaniche stagioni l’autore riesce a moltiplicare il senso del tempo e a renderlo polifonico. Nel tempo e con il tempo lui proferisce la sua parola, scrive, scava, edifica, lascia che accada la verità della vita. Ne nasce una riscrittura infinita, che si allarga in accordi orizzontali e si innalza in connessioni verticali. La forza germinante dell’eterno riandare e tornare, che scivola e s’infiltra tra le sillabe, conserva nei testi uno stupefatto e trasognante esserci creaturale, quasi impalpabile ricordo di un battito antico, di un tempo, che già rinasce mentre muore. I versi, vibranti al muto richiamo dell’ora, sospesi sulla conca di luce di tutti i ritorni, sono un continuo risorgere nell’esperienza vitale della poesia, che fa di ogni lessema – pietra, tralci, ombra… – un seme fecondo di incessante metamorfosi.
(Merys Rizzo Spasaro)

X

Condividi

2017 ,pp 70
,
isbn: 9788864920580

Ti potrebbe interessare…