Antonio Scoppettuolo

Etica economica e teoria dell’azione

Ragione, individuo e società in Raymond Boudon Con un inedito in traduzione italiana e una lettera di R. Boudon.

Cartaceo
14,25 15,00

Lo scopo di questo libro è rintracciare attraverso l’analisi e la discussione epistemiologica dell’ecologia dell’azione individuale, dinamiche, ragioni e motivazioni della scelta economica.
La razionalità, fondamento della scienza e dell’azione economica esclude ogni altro criterio

Lo scopo di questo libro è rintracciare attraverso l’analisi e la discussione epistemiologica dell’ecologia dell’azione individuale, dinamiche, ragioni e motivazioni della scelta economica.
La razionalità, fondamento della scienza e dell’azione economica esclude ogni altro criterio morale non sia costituito dalla stessa moralità dell’attività economica razionalizzata, sottratta alla decisione individuale guidata da criteri emozionali o estetici o morali. Entrano in gioco le grandi questioni dell’intenzione del soggetto e della intenzionalità dei fini sociali. Il nodo affrontato da Boudon è costituito dalla percezione che l’intenzionalità dell’agire venga sospesa dallo sviluppo della scienza economica in senso razionale-oggettivo, talchè la tecnicizzazione dell’economia consente (ed impone) al soggetto di deresponsabilizzarsi di fronte al significato della scelta che pone in essere. Nel pensatore francese riflessione metodologica e teoria etica sono pertanto inscindibili giacchè il relativismo contemporaneo, che Boudon confuta diffondendo i tratti di un individuo che ha perso ogni vincolo di coscienza e ogni contenuto contenuto etico, compie allo stesso tempo un errore gnoseologico prima ancora che sotto il profilo della riflessione etico sociale.