Natalino Lanucara

Città delle Corti

Cartaceo
5,61 5,90

Una città di case improvvisate e transitorie, messa su dopo il terremoto, ospita un’umanità variegata e per lo più priva di fiducia e di prospettiva. Corte Bufala è un piccolo mondo, fatto di padiglioni

Una città di case improvvisate e transitorie, messa su dopo il terremoto, ospita un’umanità variegata e per lo più priva di fiducia e di prospettiva. Corte Bufala è un piccolo mondo, fatto di padiglioni affacciati su uno spazio al cui centro sono collocati, emblematicamente, la fonte comune ed un grande vespasiano, luoghi dello scambio e del degrado. Un mondo di sradicati, nel quale tutti si sentono profughi, sul quale grava l’angoscia che nasce dall’esperienza vissuta, la paura che il mostro , il terremoto , si risvegli e la terra possa riprendere a tremare e ad aprirsi. La storia, di ampio respiro, articolata, ricca di intrecci e di personaggi, registra il dominio di un fatalismo asfissiante, in cui i protagonisti si agitano per conseguire la soddisfazione di un impulso d’amore, di vendetta o di dominio.

collana: Scrittori di Calabria, 2006, pp 232
,
isbn: 9788849815412