Maurizio Paparazzo, Giovanni Scarfò

Cine Tour Calabria

Guida alla Calabria cinematografica

Cartaceo
17,10 18,00

Il cinema realizzato in Calabria ha raggiunto il punto più alto ed esaltante della sua storia. Non si era mai verificata nel passato una “congiunzione astrale” così fortunata e tale da assistere a successi

Il cinema realizzato in Calabria ha raggiunto il punto più alto ed esaltante della sua storia. Non si era mai verificata nel passato una “congiunzione astrale” così fortunata e tale da assistere a successi internazionali di film come Anime nere di Francesco Munzi. Né si era mai verificato che giovani registi ricevessero apprezzamenti in tutto il mondo come nel caso di Jonas Carpignano per A Ciambra e di Aldo Iuliano per Penalty, o premi prestigiosi come per Bismillah di Alessandro Grande o per The Millionaires di Claudio Santamaria. La Calabria è uno straordinario set a cielo aperto. Lo hanno colto registi di talento del calibro di Camerini, De Seta, Comencini, Germi, Castellani, Rossellini, Monicelli, Pasolini, Bellocchio, che hanno scelto la suggestiva luce del cielo calabrese per esprimere la loro arte. E tanti altri ancora più recentemente come Amelio, Wenders, Nuti, Frammartino, Rohrwacher, Avati, Di Robilant, Manfredonia, Carlei, Calopresti, Mollo, Boyle. Cine Tour Calabria – Guida alla Calabria cinematografica, con la sua divisione in otto itinerari cineturistici, vuole essere un invito a scoprire nuove location ma anche e soprattutto un sentiero tracciato per tutti coloro che hanno voglia di conoscere, visitare, esplorare una terra in cui le coste lambite dalle acque dei mari Jonio e Tirreno, le altitudini delle vette del Pollino, della Sila, delle Serre e dell’Aspromonte, i castelli, le chiese, le cattedrali, i palazzi sono solo i tesori più evidenti. Molto altro, come accade per le cose più preziose, è dato di trovare a chi ha la pazienza e il tempo di cercare e immaginare. Un testo visionario, dunque, per andare oltre il guardare e incominciare a vedere, come in un film.

Film-making in Calabria has reached the highest and most exciting level of its history. A so lucky “alignment of the stars” has never occurred in the past as such to witness the international success of movies as Anime nere by Francesco Munzi. Neither have young directors received such worldwide acclaim as Jonas Carpignano for A Ciambra and Aldo Iuliano for Penalty, or prestigious awards as for Bismillah by Alessandro Grande or The Millionaires by Claudio Santamaria. Calabria is an extraordinary open-air set. This has been understood by talented film directors of the caliber of Camerini, De Seta, Comencini, Germi, Castellani, Rossellini, Monicelli, Pasolini and Bellocchio, who chose the suggestive light of the Calabrian sky to express their art. So did many others more recently like Amelio, Wenders, Nuti, Frammartino, Rohrwacher, Avati, Di Robilant, Manfredonia, Carlei, Calopresti, Mollo and Boyle. Cine Tour Calabria – A Cinematographic Guide to Calabria, with its eight cinematographic-touristic itineraries, wants to be an invitation to discover new filming locations and, most of all, wants to mark a trail for all of tho se willing to know, to discover and to explore a land whose coasts, bathed by the waters of the Ionian and the Tyrrhenian Seas, whose mountain tops of the Pollino, Sila, Serre and Aspromonte, and whose castles, churches, cathedrals and palaces merely represent its most evident treasures. Much more is to be found, as it happens with the most precious things, by those who have patience and time to search and to imagine. Therefore, a visionary guide in order to go beyond looking and to start seeing, as in a film.

Ti potrebbe interessare…