Aree protette in Italia

Il caso della Campania

a cura di Antonio Bertini, Domenico Nicoletti e Giovanni Fulvio Russo e Tiziana Vitolo

Cartaceo
18,05 19,00

La tematica della conservazione e valorizzazione del paesaggio e le questioni relative alla governance di un’area protetta sono i temi del volume. Le questioni relative alla governance di un’area protetta legate alle politiche coordinate

La tematica della conservazione e valorizzazione del paesaggio e le questioni relative alla governance di un’area protetta sono i temi del volume. Le questioni relative alla governance di un’area protetta legate alle politiche coordinate di tutela ambientale capaci di coniugare l’ambito naturalistico con quello economico, sociale e culturale, sono ormai diventate centrali. Le 1.144 aree protette italiane, marine e terrestri, costituiscono oggi uno strumento di tutela dell’ambiente di fondamentale importanza, ma anche un elemento di sensibilizzazione per i cittadini sui temi dell’eco-sostenibilità, della biodiversità, della salvaguardia del paesaggio fino al “turismo verde”. Le aree protette interessano e coinvolgono, spesso, le zone materialmente più povere e marginali (ricche di qualità naturali e scarse di “quantità” economiche) che potrebbe costituire l’elemento propulsore per il riscatto e la rinascita delle comunità locali. Il sistema delle aree protette conserva anche uno straordinario patrimonio culturale fatto di emergenze storico – architettoniche – artistiche e urbanistiche e di beni immateriali. Il ruolo delle aree protette potrà/dovrà divenire centrale nelle politiche di sviluppo del Paese se si vuole riproporre il rilancio delle culture locali.

Condividi

collana: Varia, bic: RN, 2015, pp 318
, ,
isbn: 9788849845006