Antonio Landolfi

Antonio Landolfi (Napoli il 10 novembre 1930 - Roma il 26 febbraio 2011) ha partecipato alla Liberazione come staffetta partigiana nella Roma occupata. Iscritto al Pci ne uscì poco dopo per aderire al Psi. Ha fatto parte, a fianco di Giacomo Mancini, della Direzione Nazionale e della Segreteria del PSI, in qualità di responsabile della Cultura e di responsabile dell’Economia. Nel 1979 viene eletto al Senato della Repubblica nelle liste del PSI. Ha insegnato all’Università La Sapienza di Roma, e alle Università dell’Aquila, di Palermo e alla Luiss. È autore di vari saggi e opere di storia, quali Il socialismo italiano (1978), Storia del PSI (1990), Il socialismo meridionale (1992), Il garantismo socialista (1999), L’Europa dei socialisti (2002), Il gladio rosso di Dio (1998), Global sì, Global no (2004), Giacomo Mancini – Biografia politica (2008). È stato collaboratore di «Critica sociale», dell’ «Avanti!», «Mondo Operaio» e di «Le ragioni del socialismo» e Presidente della Fondazione Culturale Città di Cosenza e della Fondazione Giacomo Mancini.

Autore (2)