Sàndor Petöfi

Nuvole (Felhök)

a cura di Roberto Ruspanti

Cartaceo
5,89 6,20

Traduzione dall’ungherese a cura di Roberto Ruspanti Con testo originale

Scritte fra il 1845 e il 1846, all’età di 23 anni, dal grande poeta ungherese Sándor Petöfi, le “Nuvole” sono riflessioni sulla vita e

Traduzione dall’ungherese a cura di Roberto Ruspanti Con testo originale

Scritte fra il 1845 e il 1846, all’età di 23 anni, dal grande poeta ungherese Sándor Petöfi, le “Nuvole” sono riflessioni sulla vita e sul suo fugace trascorrere, sul destinodell’uomo e sulla natura, sull’amicizia e sull’amore, spesso espresse in modo contraddittorio, a seconda che prevlganonel giovane poeta le sensazioni spontanee o i giudizi pessimistici dettati dal suo cattivo stato d’animo. Alle volte sono solo delle considerazioni curiose, che non chiedono o non trovano risposte, sul mondo, sugli altri, su se stesso, sulle più svariate situazioni. Considerazioni e situazioni apparentemente semplici, perfino banali, che fanno dire al lettore: “tutto qui?”; eppure in esse, dietro di esse, ad una più attenta analisi, si nasconde – e neppure troppo – il peso specifico di un pensiero profondo dall’evidenza disarmante. Pensieri quasi sempre ancora attuali, anzi attualissimi: queste sono le “Nuvole” di Petöfi, questa è la semplicità di Petöfi, questa è la magia della poesia di Petöfi, questo è Petöfi: un poeta di ieri per i giovani e gli uomini di sempre, anche quelli di domani.

collana: Poesia , 2002 ,pp 86
isbn: 8849802252