Gennaro Giuseppe Curcio

Il volto dell’amore e dell’amicizia tra passioni e virtù

Una riflessione etica su Jacques Maritain

Cartaceo
13,30 14,00

Quale volto per l’amore e l’amicizia? è la domanda a cui vuole rispondere questo libro. L’umanità, ormai immersa nella continua ricerca del piacere, ha bisogno di fermarsi per poter riflettere sulla sua condizione e

Quale volto per l’amore e l’amicizia? è la domanda a cui vuole rispondere questo libro. L’umanità, ormai immersa nella continua ricerca del piacere, ha bisogno di fermarsi per poter riflettere sulla sua condizione e poter dare significato alla sua esistenza. L’intento di questa ricerca è mirato a una possibile interpretazione dell’etica maritainiana tra passioni e virtù attraverso l’amore di dilezione. Il pensatore francese mostra come le passioni e gli istinti, attraverso una scelta responsabile, possano essere innalzati e incontrarsi con le virtù. Un lavoro che, se da una parte dà vita a un dibattito ontologico sull’etica, dall’altra offre una soluzione a quanti non l’accolgono, poiché ritenuta un insieme di leggi e comandi da rispettare e attualizzare. L’amore di dilezione maritainiana, ripreso da Bergson e s. Tommaso, diviene una nuova risposta ai tanti interrogativi fondamentali dell’uomo, come il bene, il male, la libertà, attraverso un cammino graduale di ricerca.